5 consigli per migliorare la circolazione delle gambe

0
969
5 consigli per migliorare la circolazione delle gambe
Immagine - Fonte: iStock

4 donne su 10 soffrono di problemi alla circolazione sanguigna, che si manifesta soprattutto con gonfiore e dolore alle gambe. Stare sempre nella stessa posizione, in piedi o seduta, contribuisce a peggiorare la circolazione alle gambe, con conseguenze che possono sfociare in disturbi molto seri, come le vene varicose.

Le cause di una cattiva circolazione alle gambe sono diverse, oltre a complicazioni di natura genetica, un ruolo fondamentale è dato anche dal peso eccessivo, che influisce notevolmente sul corretto funzionamento dell’apparato circolatorio.

Vediamo alcuni consigli per migliorare la circolazione delle gambe, anche se non si è in presenza di particolari patologie. La prevenzione è la strategia più indicata per combattere l’incubo di un problema più serio.

Fare regolare attività fisica

La vita sedentaria è nemica delle gambe e della circolazione, per cui, per ossigenare il sangue e regolare il battito cardiaco, è necessario fare movimento. L’ideale sarebbe riuscire ad andare in palestra almeno tre volte a settimana ma, se questo non dovesse essere possibile, si possono adottare alcuni piccoli accorgimenti per riuscire comunque a riattivare la circolazione.

Innanzitutto, evitare di stare troppo tempo seduti. Ogni mezz’ora bisogna alzarsi e fare qualche passo per sgranchire le gambe. Se possibile, camminare sempre a piedi, evitando di prendere la macchina per piccoli spostamenti. Anche fare le scale invece di prendere l’ascensore è un buon modo per favorire la circolazione delle gambe. Fare una passeggiata a passo svelto per almeno 20 minuti al giorno fa bene alle gambe ma anche alla salute generale del nostro corpo.

Controllare l’alimentazione

Alcuni cibi sono dei veri e propri alleati per la salute delle gambe. Tra questi, sicuramente tutti quegli alimenti ricchi di potassio, come le banane, i semi di girasole, i pomodori, le zucchine, i broccoli, i semi di zucca, le carote, l’avocado. Questi alimenti, combattendo la ritenzione idrica, sono un toccasana per la circolazione. Non dimenticare di inserire nella propria dieta anche alimenti ricchi di acidi grassi, importantissimi per la pressione e per il cuore. Via libera, quindi, a tonno, salmone, sgombro, noci, mandorle e arachidi. In genere, bere molta acqua ed evitare di assumere troppi caffè durante la giornata. Il segreto sta nel mangiare alimenti naturali e sani, ridurre il sale e non consumare troppi grassi animali.

Dormire con le gambe sollevate

Un altro dei trucchetti per migliorare la circolazione sanguigna delle gambe è quello di dormire con le gambe leggermente sollevate rispetto alla testa. Mettere un cuscino sotto le gambe favorisce il ritorno del sangue verso il cuore e al mattino ci si sentirà più leggere e riposate.

Evitare il caldo eccessivo

Le temperature molto alte sono nocive per la circolazione delle gambe, perché dilatano i vasi sanguigni e favoriscono la rottura dei capillari. D’estate si sta fuori con le gambe scoperte e questo provoca danni a chi ha già manifestazioni di insufficienza venosa. Per questo motivo, è preferibile non uscire mai nelle ore più calde e non esporre le gambe al calore diretto del sole quando si va al mare. Per la stessa ragione, d’inverno il riscaldamento domestico deve essere regolato e ben distribuito in tutta la casa.

Indossare calze a compressione

Le calze elastiche a compressione graduata rappresentano un modo molto efficace per migliorare la circolazione delle gambe, anche solo per prevenire la comparsa di problematiche più serie. Le calze a compressione riposanti e preventive sono studiate per dare sollievo e conforto a chi trascorre molte ore in piedi o seduta. Indicate soprattutto per chi ha il problema delle gambe gonfie e doloranti a fine giornata, le calze a compressione riposanti e preventive servono soprattutto a evitare che si vada incontro a problemi di insufficienza venosa gravi.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here