Come indossare le calze a compressione

0
907
Come indossare le calze a compressione
Immagine - Fonte: iStock

Le calze a compressione graduata sono utili per risolvere tutti quei problemi legati alla cattiva circolazione del sangue nelle gambe. La compressione aiuta a prevenire disturbi come gonfiore e pesantezza e a dare beneficio a tutta la gamba.

Per fare questo, la composizione della calza è fatta in modo da garantire una pressione più forte sulla caviglia e mano a mano più lenta sulla gamba. Questo fa sì che molte volte le operazioni per indossarle siano piuttosto complicate. Vediamo come indossare le calze a compressione nella maniera più semplice e comoda possibile.

Indossare le calze a compressione sempre al mattino

La prima regola da seguire è che le calze a compressione vanno sempre indossate al mattino, preferibilmente prima ancora di alzarsi dal letto. Questo perché nel corso della giornata le gambe cominciano a gonfiarsi e le manovre per infilarle potrebbero rivelarsi più difficoltose.

Al mattino, soprattutto se abbiamo dormito con le gambe più alzate rispetto al resto del corpo, queste saranno più fresche e riposate e le calze scorreranno con più facilità. Fare attenzione all’umidità del piede e del polpaccio: per evitare che la calza non scivoli correttamente, si può cospargere del talco o dell’amido di mais sulla gamba.

Innanzitutto, la calza va arrotolata fino alla punta, per consentire di infilarla meglio nel piede. Altrimenti, un’opzione possibile è quella di rovesciare tutta la calza sul braccio, a parte la punta.

Da seduti, soprattutto per chi ha difficoltà ad arrivare ai piedi, provare a inserire la punta cercando di non fare grinze. L’utilizzo di guanti di lattice può aiutare a tenere più salde le calze in mano. Una volta sistemata la punta, tirare la parte inferiore in modo da far entrare tutto il tallone.

A questo punto, la calza è pronta per essere srotolata lentamente, in modo da farla aderire perfettamente alla gamba evitando le grinze. Ripetere la stessa operazione per l’altra gamba.

In commercio esistono anche dei dispositivi che aiutano a indossare le calze nel caso di impossibilità di piegarsi e raggiungere il piede.

Come sfilare le calze a compressione

Per avere la massima efficacia, le calze a compressione vanno tenute per tutto il giorno, fino al momento di andare a letto. Anche nell’operazione di svestizione, bisogna procedere con cautela, sia per non danneggiare le calze che per non provocare sbalzi alla circolazione.

Una volta sfilate, le calze compressive vanno lavate con acqua tiepida e sapone da bucato, evitando di strizzarle in maniera troppo aggressiva.

L’ideale sarebbe procurarsene almeno due paia, in modo da avere sempre a disposizione un paio di calze pulito.

Queste operazioni vanno ripetute ogni giorno, sia se parliamo di calze a compressione preventive che in caso di calze a compressione terapeutiche. L’uso quotidiano garantisce i massimi benefici e, nel caso di un problema molto grave di insufficienza venosa, può essere determinante per la corretta gestione della patologia.

Ricordarsi di controllare sempre la taglia e la classe di compressione, da scegliere in base al tipo di situazione. Nel catalogo ci sono calze adatte a tutte le esigenze, per avere dei benefici alla salute senza rinunciare all’eleganza.

Dopo qualche mese, consultare di nuovo il medico per verificare se è il caso di cambiare il tipo di calza o, nel caso di un problema temporaneo, interrompere l’uso.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here